*So Far so Close*. Ricerca-azione con la Open Design School a Matera

Dal 24 agosto al 30 ottobre 2020 sarò impegnato con l’Open Design School in un processo di co-creazione pensato nell’ambito del Festival “So far, so close”.

Il festival è finalizzato alla co-creazione di eventi dal vivo e progetti di arte pubblica, con una forte dimensione regionale.
L’ODS si occuperà di curare e coordinare le attività ed i laboratori a cui parteciperanno esponenti di varie discipline: dagli epidemiologi agli ingegneri della sicurezza, dai designer agli artigiani, dagli architetti agli artisti al pubblico stesso.

Scopri tutti i membri che compongono il team.

Le attività indagheranno ed offriranno strumenti alla produzione artistica e culturale nello spazio pubblico, alla luce dei nuovi comportamenti sociali e delle limitazioni introdotte dalla pandemia della Covid-19.

Links:

TGR RAI (dal 15′)

Due interventi nel ciclo di seminari “Rigenerare a Sud / Rigenerare il Sud”

La pandemia da Covid-19 ha imposto una riformulazione delle attività di insegnamento. Anche per l’Università della Basilicata il digitale ha offerto nuove possibilità per veicolare temi, cerare occasioni di confronto e fare rete. Così la prof.ssa Ina Macaione insieme a Laura Pavia hanno proposto un ciclo di seminari dal titolo Rigenerare a Sud / Rigenerare il Sud a cui ho avuto modo di prendere parte anche io in due occasioni.

Il ciclo di seminari è stato inteso sia come un diario, una cronaca, una memoria collettiva sia come spazio di riflessione, un approfondimento e di scambio sul sud.

Futuri spillover

Nell’ambito del seminario Futuro. Politiche per un diverso presente di Maurizio Carta sono intervenuto come discussant insieme a Gianluca Peluffo, Paolo Di Nardo e Caterina Rigo.

Il mio intervento considera il libro un pre-testo per aggiungere due commenti, il primo sul crollo dell’alibi digitale ed il secondo sul ruolo del rigeneratore urbano, ed una domanda che deriva dalla pandemia del covid-19: qual’è lo spillover che consente alle strategie, agli esperimenti e alle ricerche in materia di trasformazioni urbane di fare “il salto di specie” e raggiungere il livello delle politiche?

È stata una conversazione acceleratrice e moltiplicatrice di presenti e futuri praticabili, che si può vedere/ascoltare qui di seguito.

From South so South

Il secondo intervento mi ha visto nel ruolo di relatore del seminario Processi di Rigenerazione Urbana a base culturale e partecipativa in compagnia di Marco Lampugnani, docente presso l’Università Tecnologico de Monterrey (Messico) e direttore del C+Lab Sur.

È una conversazione tra due Sud diversi ma accomunati da una stessa spinta a ripensare spazio e società. Vi è una prima parte dedicate alle esperienze di Altamura con Esperimenti Architettonici ed Iperurbano, con menzione dei progetti-benchmark CO/Auletta e Nevicata14 condotti da Marco, che ha poi introdotto processi, iniziative e progettualità in corso in Messico. In particolare dalla città di Puebla provengono gli esempi principali di terza missione promossi attraverso il MUI, il nuovo centro culturale ibrido del TEC.

Abbiamo coinvolto Francesco Caldarola, Cristina Marras e Federica Vittori nel ruolo di discussant, per articolare e comprendere meglio questa riflessione “strabica” ma convergente tra Messico e Italia. Di seguito il video del seminario.

Questo seminario è un primo omaggio alla memoria di Gianpiero Zaccaria, giovane valente architetto neolaureato e compagno di viaggio, che è stato parte attiva delle iniziative di Esperimenti Architettonici e di Iperubano, prematuramente ed improvvisamente portato via dalla malattia.

Quest’ultimo seminario sarà reso in forma scritta insieme a Marco Lampugnani e confluirà, insieme agli altri relatori del ciclo di seminari, in un atlante edito da Franco Angeli di prossima pubblicazione.

gli esiti del workshop “parco san giuliano cantiere aperto”. Tre proposte strategiche

L’esperienza del workshop Parco San Giuliano Cantiere Aperto, promosso dal Comune di Altamura e dall’Università degli Studi della Basilicata, è stata intensa e ricca di spunti. È stata l’occasione per far convergere l’agenda di Iperurbano, il laboratorio di programmazione del Comune di Altamura, con il programma del Laboratorio “Architettura e città” del quinto anno a Unibas.

Ho lavorato intensamente con l’arch. Maria Cornacchia e la prof.ssa Chiara Rizzi alla definizione di un programma vario e articolato che ha previsto diversi tipi di attività: laboratorio di co-progettazione, seminari di formazione ed aggiornamento professionale, revisioni pubbliche e presentazioni finali dei lavori.

Il workshop ha riunito studenti, laureandi e professionisti sia giovani che esperti con l’obiettivo di elaborare strategie alla scala urbano-architettonica per la definizione di nuovi spazi pubblici attrezzati e la proposta di programmi funzionali ibridi per il quartiere Parco San Giuliano, a partire dal progetto IxE-CO2 elaborato nel 2018 e finanziato dalla Regione Puglia.

Le proposte sono state sviluppate da tre gruppi di partecipanti, che hanno rispettivamente indagato ed approfondito un tema specifico.