Archivi categoria: teaching

Gli scarti come nuovo asset culturale. Una conferenza e un workshop a Bologna

Il 23 e il 24 novembre sarò a Bologna per due impegni diversi, ma che sono accomunati dallo stesso tema: gli scarti.
Venerdì 23 parteciperò alla conferenza internazionale The Matter of Future Heritage, organizzata dal XXXII Ciclo di Dottorato in Architettura e Culture del Progetto presso il Teatro Comunale. La conferenza fa parte delle iniziative dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, promosso dall’Unione Europea.
Sono tra i relatori selezionati e, nella sessione pomeridiana, discuterò il mio abstract “Waste as a cultural heritage. A strategic approach to promote post-consumption resources as a cultural asset”. Il mio intervento, che scaturisce dalla dissertazione dottorale, intende promuovere una riflessione che vede gli scarti come nuovo asset culturale.
Puoi consultare il programma della conferenza (qui la descrizione in inglese).

Qui la mia presentazione.

matterfutureheritage
La mattinata di Sabato 24 la trascorrerò all’Urban Center, dove guiderò per deltastudio il workshop Useless is more. Gli scarti come nuovo valoreL’iniziativa, promossa da Kiez.Agency nell’ambito della European Week for Waste Reduction (EWWR), parte dal presupposto che le città sono giacimenti ricchi di risorse non ancora individuate e non valorizzate: gli scarti, le nuove materie prime del nostro tempo.
Il workshop si propone come occasione di incontro e riflessione concreta sul nuovo ruolo che gli scarti assumono nel contesto urbano della città di Bologna
L’obiettivo è raccogliere storie, informazioni e idee da persone e soggetti attivi nel contesto locale e disegnare nuove relazioni che creino nuovo valore.
useless is more cover fbLa partecipazione è aperta a tutti gli interessati. La registrazione è gratuita su Eventbrite. Sono disponibili aggiornamenti sull’evento facebook.

Annunci

A Matera come docente a contratto in Rigenerazione Urbana presso l’Università della Basilicata

Da ottobre 2018 ha preso il via la mia attività come docente a contratto in “rigenerazione urbana” presso l’Università degli Studi della Basilicata. Affiancherò, nel ruolo di tutor, i docenti Ina Macaione, Chiara Rizzi ed Ettore Vadini nell’ambito del Laboratorio di Progettazione V “Architettura e Città”.
Mercoledì 24 ottobre si è tenuta la presentazione dei corsi, all’attenzione di studenti curiosi di conoscere e comprendere come affrontare l’ultimo esame della loro carriera accademica prima della laurea. Il Laboratorio V è un corso annuale che consta di tre gruppi di lavoro tesi a sviluppare progetti per tre siti diversi, rispettivamente Matera (Macaione), Altamura (Rizzi) e Melfi (Vadini).

Per l’occasione la prof.ssa Rizzi ha introdotto l’esperienza di Iperurbano e la Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) di Altamura, che costituiscono lo sfondo di riferimento per l’impostazione dell’attività didattica.

Si tratta di un’esperienza stimolante, che sicuramente mi consentirà di conoscere meglio la realtà materana e di partecipare, nel corso del 2019, alle celebrazioni per Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Insegnare progettazione architettonica al primo anno. Alcuni esiti nell’Annuario dell’Università Sapienza

L’Università Sapienza ha reso disponibile online l’Annuario del corso di laurea in Architettura a ciclo unico 2015-2017, a cura di Alessandra Capuano e Andrea Valeriani. Il volume passa in rassegna i corsi erogati e le tesi di laurea concluse, attraverso una selezione di lavori svolti dagli studenti.

Le pag. 46-48 sono dedicate al Laboratorio di Progettazione Architettonica 1 “Tre case tre luoghi”, tenuto dalla prof.ssa Anna Giovannelli, a cui sono lieto di aver dato il mio contributo come assistente alla didattica, insieme ai colleghi Pasquale Loiudice e Cristian Sammarco.

Continua a leggere Insegnare progettazione architettonica al primo anno. Alcuni esiti nell’Annuario dell’Università Sapienza